A007

Coordinamento telematico docenti A007

Scusate se apro un topic leggermente laterale, ma penso che possa essere utile per me, e credo per i colleghi che hanno sempre insegnato grafica al professionale e non hanno fatto mai l’esperienza del liceo artistico, sapere come funzionano le cose per noi della A07 e per la grafica, tenuto conto che


1 la riforma ha cambiato anche gli artistici, quindi le cose non saranno più come prima


2 si prevede ora un biennio uguale per tutti e 6 gli indirizzi con discipline artistiche “di base”


3 l’unica declinazione “verso” sarà attribuita al “laboratorio artistico” (3 ore alla settimana)




Credo che la propedeutica del design sia diversa dalla propedeutica delle arti, quindi personalmente sono indotto a credere che:


- gli studenti faranno pratica di disegno e pittura per primi due anni senza mai vedere il computer


- essendo convinto della necessità di tener distinto nelle loro teste l’ambito del design dall’ambito artistico si corre il rischio di affrontare una dura battaglia in
terzo anno per far capire questo, in un ambiente dove si respira l’atmosfera
dei “creativi”.


Mi chiedo: sarà opportuno e possibile introdurre in qualche modo la grafica nei primi due anni, e come?


Sarà una iniziativa affidata solo alla buona volontà dei docenti di pittorica e plastica?


Per esempio è possibile che in un liceo artistico che sceglie il “design”, piuttosto che l’arte, e quindi abbia al suo interno grafica, multimedia e ambiente, si possano fare “discipline grafiche e pittoriche (4 ore) e plastiche e scultoree (3) e discipline geometriche (3) in funzione delle successive specializzazioni, che poco hanno a che vedere con l’acquerello e il pastello?


Sarò grato a tutti quelli che vorranno dare opinioni e suggerimenti.


grazie

giofederle

Visualizzazioni: 1267

Rispondi

Risposte a questa discussione

Caro Federle sono Alessia evidentemente siete in pochi ad avere letto quanto scritto da me e Rita D'Aliesio in questi mesi( non c'era solo il professionale da difendere con le unghie e con i denti!).
Il biennio ,anche a livello di tecniche grafiche e multimediali è tutto aggiotaggio della A21 compresa fotografia(con Educazione visiva) e non solo.
Ti pregherei di leggere quanto da me scritto, relativamente all'indirizzo grafico/visivo , a pag.2 di prime indicazioni aggragazione classi di concorso. postato in questi giorni.
Ciao risentirci
Ciao Giovanni,
insegno in un istituto d'arte vecchio ordinamento che non ha mai abbracciato nessuna sperimentazione perchè ha sempre creduto che la forza degli istituti d'arte era nelle materie di indirizzo e nei laboratori (fino ad ora 13 delle 39 ore sett.).
Abbiamo quattro sezioni e circa 10 laboratori che spaziano dalla serigrafia alla litografia, dalla modellistica all'arte muraria, dalla ripresa fotografica alla computergrafica (insegnate tutte dalla tab.D). Le discipline artistiche (disc. plastiche, pittoriche e geometriche) con le loro 4 ore sett. ciascuna hanno sempre avuto il loro giusto contributo.

Ora diventiamo licei, per ora con le confluenze naturali 'architettura-ambiente, arti figurative, grafica e design' speriamo che ci diano il multimediale, siamo nella condizione di avere tutti i laboratori fortemente pubblicizzati dalla riforma ma non sapere come organizzarli per mancanza di ore...
Perché se nel secondo biennio e nel quinto anno le materie di indirizzo assumono un ruolo specializzante, nel primo biennio la proposta di quadro orario è indecente, le 3 ore di laboratorio artistico e la soluzione di rotazione nei laboratori con funzione orientativa è direi penosa da ogni punto di vista.

Partendo dal presupposto che nel mio istituto probabilmente adotteremo la flessibilità del 20% con una riduzione oraria di 10' per ogni ora di lezione, su 34 ore riusciamo ad arrivare a 40 unità orarie (si chiamano così se sono di 50'), le 6 u.o. ovviamente saranno aggiunte alle indecenti 3 del laboratorio artistico.
Nonostante lo sforzo se dividiamo le u.o. annue per tutti i laboratori presenti le classi dovrebbero ruotare per meno di 30 u.o. annue in ciascun laboratorio... la funzione quindi diventa disorientativa!

Da un punto di vista didattico è sicuramente carente il lavoro fatto in 30 u.o. con una classe in un laboratorio complesso come ad esempio la calcografia o la modellistica o un qualsiasi altro perché, di fatto, qualsiasi laboratorio dove sono presenti macchinari prevede almeno la minima conoscenza di questi per poter effettuare un lavoro, seppur semplice. Pertanto le 30 ore possono essere interpretate o come una performance del docente che ti mostra cosa si può fare o in un piccolo "lavoretto" prodotto da loro, di dubbio valore didattico nonché artistico.
Inoltre bisogna aggiungere, e non sottovalutare, le problematiche legate all'organizzazione logistica nella rotazione nei laboratori ogni 2 mesi, la complessità nello stendere un orario delle lezioni, l'esiguità degli elementi per poter valutare correttamente l'allievo, ecc. ecc. e tutto quello che ti può venire in mente in un caos!
Conclusione il progetto Michelangelo (e questo liceo artistico è il progetto Michelangelo) nel primo biennio è stato fallimentare, al terzo anno i ragazzi non sapevano assolutamente nulla e si doveva cominciare tutto da zero.

Questo è lo stato dei fatti, io personalmente e la commissione nella quale lavoro per l'attuazione della riforma abbiamo un'idea molto diversa dalle menti che hanno prodotto la riforma ed è questa:
le 9 u.o. settimanali vorremmo così distribuirle:
- 3 u.o. a discipline della metodologia compositiva (da attribuire agli insegnanti di progettazione, tab. A) per aiutare lo studente a crescere e ad orientarsi, attraverso obiettivi formativi legati alla capacità di passare dall'idea alla realizzazione, attraverso l'ausilio di un metodo che lo studente deve conoscere. Le tematiche saranno legate al linguaggio espressivo e rappresentativo, al colore, alla forma, ai materiali, alla modularità, alla flessibilità, alla riproducibilità, ecc.
- 6 u.o. a laboratorio così strutturato:
- 2 u.o. al CAD 2 e 3D orientativo verso gli indirizzi architettura ambiente e design,
- 2 u.o. alla grafica vettoriale ed impaginazione orientativo verso gli indirizzi grafico e arti figurative,
- 2 u.o. alla grafica bitmap e fotoritocco, orientativo verso gli indirizzi grafico, arti figurative, design e multimediale.
In tal modo gli allievi potranno seriamente cominciare a lavorare con il computer in modo armonico e completo, senza pregiudizi, avendo contemporaneamente presenti le tre diverse branche in cui si dividono i software per la produzione creativa.
Saranno poi loro stessi ad orientarsi, in base alle loro attitudini e propensioni sulla scelta da intraprendere dal secondo biennio, dove comunque arriveranno con una alfabetizzazione di base certamente utile.
Tutto questo però nel mio istituto deve ancora essere approvato dal collegio docenti.... e che collegio sarà!!

Ora stacco la spina, ed in attesa della "madre di tutti i collegi docenti" che definirà il lavoro dei miei prossimi anni, vi auguro una buona Pasqua.

Ciao Rita
Ti mando in file dove vedo che si parla di grafico visivo.
Il grafico visivo è indirizzo Leonardo. Nella richiesta per le materie inerenti grafica (Aoo7) deve essere specificata la classe di concorso che le insegnerà, ciò deve risultare dai decreti attuativi che il MIUR approverà per il singolo Istituto, contrariamente, rischiate di consegnare l'indirizzo alla A21 in quanto atipica!
Perchè non scegliere l'indirizzo grafica pubblicitaria?
Ciao Ale
Allegati:
Credo che la risposta sia: il computer lo potranno vedere nelle 3 ore di laboratorio artistico del liceo in quanto la legge prevede che quelle 3 ore siano di carattere ORIENTATIVO e facciano sperimentare agli studenti (un assaggio) di quelli che saranno gli indirizzi liceali successivi, quindi, se avrai il liceo artistico indirizzo grafico potrai usare quelle 3 ore per anticipare le ore di laboratorio del triennio. Ovviamente se si prevedono più indirizzi, a rotazione, ci saranno i laboratori di tutti gli indirizzi escluse le discipline che già i ragazzi fanno quindi discipline geometriche, plastiche e pittoriche.
Non so se era questo che chiedevi. Poi non esiste più il design a indirizzo grafico, adesso il liceo artistico ha un indirizzo di grafica tutto suo e uno di audiovisivo e multimediale tutto suo che viene concesso dal ministero in base agli attuali corsi in vigore nell'istituto d'arte
Paola
Giovanni,allora è proprio come dico io :Leonardo grafico visivo o Grafica pubblicitaria e Michelangelo immagine fotografica filmica e televisiva.Da qui tutto il can can che viene fuori con la a21 che, fin'ora, nella maggior parte dei Licei, ci ha scippato con la barzelletta della atipicità, il triennio di progettazione grafica con i relativi laboratori nel Leonardo.
Capisci a me???????????????????????????????????????????????
Dai un'occhiata ai programmi delle abilitazioni e agli allegati D.M.82/2004.
Dove stanno queste materie comuni fuorchè visiva?
Orbene quando si chiede un determinato indirizzo: GRAFICA, in questo caso Grafica pubblicitaria o Leonardo grafico visivo, il Miur emana per quell'Istituto un decreto attuativo. Siccome nel Leonardo la A21 è atipica alla A007, la classe di concorso prescelta nel triennio d'indirizzo dovrà essere quella indicata nel decreto autorizzativo predisposto per il singolo istituto interessato. Occhio!!!!!
Le dotazioni organiche saranno determinate sulla base dei singoli decreti autorizzativi e le cattedre saranno sommate a quelle determinate per l'organico ad ordinamento tradizionale.
Ossia il collegio e il dirigente all'atto della richiesta della classe di consorso che avrà il triennio di grafica, se non vorrete essere t........................... dovranno chiedere la A007 contrariamente perdete capre e cavoli!!!!!!!!!
Fino adesso ci hanno fatti fessi!
Se qualcuno segue anche il gruppo per l'istruzione artistica, con cui io sono spesso in conflitto per le cose che anche voi sottolineate, vedrà però che non c'è possibilità, per ora, perchè 21/A sia sulla nostra classe di concorso, anzi, stanno per fare un documento simile al nostro, che io ho cercato di contrastare in tutti i modi, per chiedere proprio che 21/A sia assimilabile alla 7/A per potere insegnare nel corso di grafica.
Poi ci sarà la 12/D che per legge dovrà invece insegnare discipline pittoriche insieme alla 21/A mentre per esempio la 13/D e la 10/D, restano assieme a noi. Mi sembra di capire dai vostri interventi che sostenete invece che dovremo lottare per tenerci strette le nostre materie. Mi spiegate perchè e dove avete le fonti? Mi dispiace ma io ho scoperto questo forum solo da qualche giorno...
Paola
Paola la A21 c'è già sul grafico visivo e in abbondanza.
Chi insegna attualmente grafica nel triennio? In pochissimi las la A07!
Vorrei capire poi, se partiamo da piani di studio e abilitazioni, con quali competenze certificate insegnano grafica?
Evidentemente se stanno preparando un documento incominciano a capire che i dormienti si stanno svegliando !
La tua domanda del perchè tenerci strette le nostre materie mi suona quantomeno strana, visto che fino adesso sono state insegnate da altri al posto ns.
Ops mi sorge un dubbio!
No, forse mi sono espressa male. Io sto cercando di scacciare 21/A, ho fatto una lite via e-mail con il cordinamento salva l'istruzione artistica che non ti dico: è che non riesco a capire quale portata abbia questa cosa della 21/A perchè nessuno a Modena si sognerebbe di lasciare la nostra disciplina in mano alla 21/A, mai successo. Nel mio controbattere a loro c'era che se loro riusciranno a stare sulla 7/A allora noi potremo stare sulla 21/A, ma era un modo per polemizzare perchè sembra sempre che tutti i diritti siano sempre solo della loro disciplina... Però sui quadri orari dei nuovi licei nel grafico la 21/A non c'è, insisto nel triennio ufficialmente non non c'è. C'è sul laboratorio artistico del biennio che però secondo me se si fa un buon lavoro di lobby il collegio non concede
Per quanto riguarda invece le D le abilitazioni sono diverse e io insisto che devono restare con noi, oratori, sono sempre stati i nostri laboratori tant'è che nel futuro raggruppamento (se va in porto) è già previsto che saremo una cosa sola.
Oppure non ho capito niente?
Paola ti risponderò domani con una mail.Non posso darti relazione è ora di cena .Domattina va bene?
Ciao e .....tranquilla

Rispondi alla discussione

RSS

Spazio disponibile per i vostri annunci, per informazioni scrivere a:

a007gand@gmail.com

Click here to lend your support to: A007 Network and make a donation at pledgie.com !

© 2014   Creato da Carlo Gandolfi.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio